Documenti e visti

CINA

 

Obbligatorio rilascio impronte digitali.

 

A partire dal 4 Novembre 2019, chi fa richiesta del visto per la Cina è obbligato a recarsi presso l’Ufficio visti del Consolato per depositare le impronte digitali delle 10 dita.

Il deposito avrà validità di 5 anni e sarà vincolato al Numero del passaporto e all’Ufficio visti presso cui sono state raccolte le impronte, pertanto il passeggero dovrà depositare di nuovo le impronte nei seguenti casi:

– in caso di cambio del passaporto;

– in caso di presentazione di nuova richiesta presso un Consolato diverso da quello del 1° deposito.

Dal 4 Novembre 2019 verranno sospese le richieste di urgenza; pertanto il visto Cina si otterrà in 4 gg. lavorativi.

 

ESENZIONI:

Sono esenti dal deposito delle impronte le seguenti categorie:

      1. Richiedenti di età inferiore a 14 anni o superiore a 70 anni;
      2. Membri di delegazioni ufficiali delle Istituzioni governative con Capodelegazione di livello pari o superiore a Vice Ministro;
      3. Diplomatici, addetti consolari e personale amministrativo tecnico delle rappresentanze diplomatiche e consolari d’Italia accreditate in Cina;
      4. Richiedenti che hanno già depositato le impronte digitali negli ultimi 5 anni per precedenti richieste di visto nello stesso Consolato utilizzando lo stesso passaporto;
      5. Richiedenti per i quali la raccolta delle impronte è fisicamente impossibile.

 

Questa nuova procedura causerà un allungamento dei tempi di evasione delle richieste di visto. Invitiamo a prenotare con largo anticipo le richieste di visto e di organizzare adeguatamente le tempistiche del proprio viaggio.

 

 

MYANMAR

 

Visto turistico anche al momento dell’arrivo in Myanmar.

 

Dal 1 ottobre 2019 al 30 settembre 2020 i cittadini italiani, titolari di passaporto ordinario, potranno ottenere un visto turistico anche al momento del loro arrivo in Myanmar, senza dover presentare preventivamente la relativa istanza online o presso un’Ambasciata birmana. Il visto turistico “on arrival” costerà 50 dollari (tariffa analoga a quella prevista per l’attuale visto turistico online) e avrà una durata di 30 giorni; esso potrà essere ottenuto esclusivamente presso gli aeroporti internazionali di Yangon, Mandalay e Nay Pyi Taw.

 

 

NUOVA ZELANDA

 

Per coloro che intendono viaggiare in Nuova Zelanda dopo il 1 Ottobre 2019 e che non posseggono un visto di residenza per il Paese sara’ necessario richiedere una “Electronic Travel Authority” (NZeTA).

 

La NZeTA dovra’ essere richiesta prima di partire (si suggerisce di richiederla almeno 72 ore prima della partenza), avra’ una validità di 2 anni ed costo variabile fra 9 e 12 NZD. A tale cifra dovra’ aggiungersi un ammontare pari a 35 NZD a copertura dell’International Visitor Conservation and Tourism Levy. ). L’ETA sarà richiesta a tutti i viaggiatori in transito in Nuova Zelanda anche qualora quest’ultima non fosse la destinazione finale del viaggio. Per maggiori informazioni si rimanda al seguente link: https://www.immigration.govt.nz/about-us/what-we-do/our-strategies-and-projects/eta-new-requirements

 

 

ARABIA SAUDITA

 

Visto turistico elettronico.

 

Per turismo è possibile richiedere il visto elettronico. Il nuovo visto turistico può essere richiesto tramite il sito https://visa.visitsaudi.com, o direttamente presso gli Uffici diplomatico-consolari del Regno.

 

 

RUSSIA

 

Visto elettronico gratuito per San Pietroburgo e Regione di Leningrado

 

Il Governo federale russo ha stabilito che, dal 1 ottobre 2019, i cittadini di una lista di 53 Stati, tra i quali l’Italia, (http://electronic-visa.kdmid.ru/spb_country_en.html) potranno ottenere gratuitamente online un visto elettronico che permetterà di soggiornare fino a otto giorni sul territorio di San Pietroburgo e Regione di Leningrado (Leningradskaya Oblast). Tale visto consentirà l’entrata e l’uscita attraverso i punti di frontiera aerei, navali, automobilistici e pedonali (MA NON ATTRAVERSO QUELLI FERROVIARI) situati nelle regioni indicate e durante il soggiorno non autorizza ad uscire dal territorio della città di San Pietroburgo e della Regione di Leningrado.

 

Variazione delle tempistiche rilascio visti turistici

 

Variano le tempistiche di rilascio dei visti turistici, procedura normale 5 gg. lavorativi di Consolato, procedura urgente 3 gg. lavorativi.

 

 

QATAR

 

Il Ministero dell’Interno del Qatar, il Qatar Tourism Authority (QTA) e Qatar Airways hanno annunciato oggi che Qatar permetterà l’ingresso senza visto per i cittadini di 80 paesi.

 

I cittadini di quei paesi che desiderano visitare il Qatar non dovranno più richiedere e pagare un visto; una deroga multipla sarà rilasciata gratuitamente al porto d’ingresso, previa presentazione di un passaporto valido con una validità minima di sei mesi e un biglietto di conferma o ritardo confermato.

A seconda della nazionalità del visitatore, il permesso sarà valido per 180 giorni dalla data di emissione e consente al visitatore di trascorrere un totale di 90 giorni in Qatar (ingresso multiplo);
(Cittadini Italiani e Europei )

per altre nazionalità sarà valido per 30 giorni dalla data di emissione e autorizza il visitatore a trascorrere fino a 30 giorni in Qatar con la possibilità di richiedere l’estensione per altri 30 giorni
di seguito elenco dei paesi a questo link:

http://www.travelandtourworld.com/news/article/qatar-waives-entry-visa-requirements-for-citizens-of-80-countries/?utm_source=iContact&utm_medium=email&utm_campaign=travel-and-tour-world&utm_content=Delta+flight+aborts+take+off+as+two+tyres+go+flat

 


 

VISTI

 

BTM ricorda che per i cittadini italiani, a prescindere dalle destinazioni di viaggio, per tutti i voli con scalo, anche solo tecnico, nei paesi di seguito elencati sarà necessario espletare le relative formalità di ingresso:

 

USA

obbligatoria autorizzazione ESTA, online al costo di 14 usd a persona: approfondimento informazioni

Eccezione prevista per coloro che a partire dal 1/03/2011 sono stati, per turismo o per lavoro, in IRAQ-IRAN-SUDAN-SIRIA-LIBIA-SOMALIA-YEMEN per cui è obbligatorio visto d’ingresso da richiedere al consolato USA.

 

Canada

obbligatoria registrazione ETA, online al costo di 7 cad a persona : approfondimento informazioni

 

Australia

per transiti superiori ad 8 ore (ad eccezione di Gold Coast, per transiti superiori a 2 ore) è obbligatorio richiedere il visto turistico
(http://www.immi.gov.au/visitors/tourist/evisitor/ ).

 

 


 

 

 

Per maggiori informazioni, consulta il sito: Viaggiare Sicuri